Immagine

Muffin al sambuco (con fiori e sciroppo)

Dopo aver urlato ai quattro venti il mio amore per quest’albero, non dovevo provare a fare qualche esperimento? Ovvio. Giovedì si è rotto il frullatore mentre stavo tentando di fare una ricetta per i sani venerdì (ovviamente) e, visto che ero nervosa, ho deciso di preparare un dolce: con cosa? Ovviamente con lo sciroppo di sambuco e con i nuovi fiori raccolti per fotografarlo!

Read more

Annunci
Immagine

Sciroppo di fiori di sambuco

Dopo forse troppi anni e – soprattutto – una passione smodata per l’albero di sambuco, ho provato questa ricetta. Per troppo tempo sono stata a guardare da lontano questo meraviglioso arbusto, a giocare a fare la pastina con i suoi fiori perché mia madre mi mentiva: nooo quella pianta è velenosa, non si mangia! E invece no! Si mangia… E anche tutta, perfino la corteccia, mah sshhh, oggi parliamo dei fiori! Ebbene si, quei meravigliosi ombrellini bianchi, con piccoli fiorellini a forma di tante stelline sono utilizzati in cucina per preparare questo delizioso sciroppo, che io ho bevuto per la prima volta quest’anno, a Pasqua, in Calabria. La ricetta, però, mi arriva dal Nord, precisamente me l’ha passata Libera (<3) a cui devo un vaso di sciroppo perché LO AMO. Penso di essermi perdutamente innamorata di questa bevanda!

Io ho dimezzato le dosi perché non ero sicura di trovare l’acido citrico (cosa che, effettivamente, è successa: un’impresa ardua), ma ovviamente voi le potete raddoppiare per avere la sua ricetta 😀

Read more

I sani venerdì: risolatte al sambuco e zafferano

I sani venerdì: risolatte al sambuco e zafferano

Quando ero una bimbetta, come penso la maggiorparte dei bimbi cresciuti negli anni del boom di Harry Potter, adoravo la magia e tutto ciò che ruotava intorno ad essa.  Ed è così che un giorno, mi sono ritrovata tra le mani un libro misconosciuto, Santi Spiriti Streghe. Narra delle storie legate al folklore beneventano e alla sua figura più famosa, la Janara. La cosa che mi affascinò sicuramente di più, era la costruzione degli artefatti magici – scope, bacchette, amuleti – e quel che m’interessò fu il fatto che le streghe utilizzassero moltissimo il sambuco, una pianta che cresceva indisturbata accanto casa mia. Dalla magia passai alla botanica, iniziai a studiare qualsiasi cosa riguardo a quest’albero, appassionandomi così tanto da costruirmi un rifugio al di sotto di questo e perdendomi delle ore sotto i suoi rami, ben nascosta da tutti. Solo che per anni mi hanno fatto credere che i libri fossero in torto e che quell’albero fosse velenoso, ma con gli anni una cosa ho imparato: i libri non sbagliano mai!

risolatte al sambuco e zafferano (30)

Per le ricerche di oggi, ho utilizzato i libri acquistati all’epoca, in foto vedete i primi che ho utilizzato, ovvero quello di mio nonno e del mio bisnonno.

Ah, la ricetta ovviamente l’ho presa da Libera, che a sua volta l’ha presa da un libro fighissimo che non sbaglia mai!

Read more