Immagine

Babka al cioccolato e nocciole

La babka o bobka o la baba è un dolce lievitato. Vi è una versione cristiana, unatorta spugnosa dall’impasto simile a quello delle brioche, prodotto soprattutto nell’Europa Orientale. Sempre nell’Est Europa esiste un’altra versione, quella ebraica, intrecciata e messo in una teglia da pane. Quest’ultima è diventata famosissima soprattutto negli Stati Uniti e in Canada, dove esistono varianti di tutti i tipi!

babka-cioccolato-noci-48

Ingredienti: x2 babka

Per l’impasto:

  • 530 gr di farina 00
  • 150 gr di burro
  • 100 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 12 gr di lievito di birra fresco
  • 1 limone
  • 120 ml di acqua

Per il ripieno:

  • 130 gr di cioccolato fondente
  • 120 gr di burro
  • 100 gr di nocciole
  • 50 gr di zucchero a velo
  • 30 gr di cacao amaro
  • 2 cucchiai di zucchero semolato

Per la finitura:

  • 40 gr di miele
  • 2 cucchiai di succo d’arancia
  • 2 cucchiai d’acqua

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di riposo: 1 ora e mezza

Tempo di riposo: (in frigorifero) 2 ore o tutta la notte

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di riposo: 1 ora

Tempo di cottura: 40 minuti

Tempo totale di preparazione: 6 ore

Preparazione:

Per l’impasto. Versare la farina, lo zucchero e il lievito (sciolto precedentemente in metà dell’acqua prevista, tiepida) e la buccia grattugiata del limone in una terrina

Aggiungere le uova, il burro a temperatura ambiente e l’acqua al centro, iniziare a impastare una decina di minuti. Formate un panetto, incidetelo con un coltello e coprite il recipiente con della pellicola per almeno 1 ora e mezza in un luogo caldo. Se utilizzate un’impastatrice o un robot da cucina per impastare, vi consiglio di sciogliere leggermente il burro, per rendere più facile alla macchina di lavorare l’impasto e di lasciarlo riposare nella ciotola utilizzata (sempre coprendola con qualcosa di caldo).

Se utilizzate il lievito in polvere: a seconda della marca che utilizzerete, il lievito potrebbe metterci più tempo o meno tempo a far crescere la vostra creazione: vi consiglio di toccare un lato del panetto: se toccandolo questo torna subito su, allora l’impasto è pronto, altrimenti riscaldatelo ancora avvolgendolo con delle coperte o mettendolo in un luogo caldo. L’impasto dovrà aver triplicato il suo iniziale volume.

Passato il tempo di un’ora e mezza, mettete il vostro panetto con tutta la ciotola avvolta nella pellicola in frigorifero per almeno 2 ore. Questo servirà a rendere più facile la lavorazione successiva.

Per il ripieno. Far sciogliere il burro con il cioccolato a bagnomaria, aggiungendo lo zucchero a velo e il cacao, mescolare bene e tenere al fresco per almeno 10 minuti. A parte, tritare le nocciole. Vi consiglio di far raffreddare per bene il cioccolato, altrimenti potrebbe esserci uno shock termico tra la vostra pasta – fredda, e il cioccolato – caldo.

Preparazione della treccia. Riprendere l’impasto, dividerlo a metà e stendere una metà in un rettangolo di circa 30×40 cm. Spalmarlo con metà della crema di cioccolato e cospargere con 1 cucchiaio di zucchero e metà delle nocciole. Arrotolare sul lato più lungo, poi tagliare il rotolo per metà della lunghezza e infine intrecciare le due metà. Disporre la treccia ottenuta in una teglia di 22×8 cm, foderata di carta forno. Ripetere tutto ciò con l’altra metà dell’impasto. Fate lievitare in un posto caldo per almeno 1 ora (stessa spiegazione del riquadro sopra!).

Preriscaldate il forno a 190°.

Una volta che le trecce saranno ben lievitate, ponetele nel forno caldo per circa 30 – 40 minuti, o fino a quando uno stecchino non uscirà asciutto.

Per la finitura. Scaldare leggermente il miele assieme all’acqua e al succo d’arancia e spennellate le trecce con questo mix non appena usciranno dal forno: servirà a mantenerle ben morbide!

Mangiate!

-Ilaria-


recake2-02b_1a

Con questa ricetta partecipo al Re:Cake di ottobre!

Il blog è anche su FACEBOOK!
Il blog è anche su GOOGLE+!
Il blog è anche su TWITTER!

Annunci

53 pensieri su “Babka al cioccolato e nocciole

          1. Ne ho anche io vecchie ancora dell’inverno scorso, che poi non sono riuscita a pubblicare per via del cambio della stagionalità e le recupero adesso … o forse le rifaccio magari con le foto più belle … 🙂

    1. Sembra assai complicata, ma ci ho messo le cose che ho sbagliato io con consigli e cose varie, quindi forse così c’è una versione facilitata! (comunque ci vogliono tutte quelle ore, ma mentre lievita uno può fare altro)
      Grazie mille!!!

  1. Ecco il frutto di quel lungo lavoro, mi ricorda un po’ il mio Kranz (non mio, di Knam 😉 ) : tanto lavoro ma grande soddisfazione, peccato che finisca 😉

Lascia un commento! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...