Torta ai mirtilli e cioccolato – benvenuta Camilla!

Torta ai mirtilli e cioccolato – benvenuta Camilla!

Circa tre mesi fa sono diventata zia per la seconda volta. Questa seconda pargoletta, però, vive lontana, quindi quando è stata portata a casa per la prima volta, ho pensato di accoglierla al meglio dedicandole una torta – nel minimo delle capacità di sua zia! Spero vi piaccia, c’ho perso una mattinata intera per fare queste decorazioni così banali!

tortamirtilli(10)

P.s. in foto potete vedere Macchia che, curioso da quel che stavo facendo, si è voluto mettere in posa!

Ingredienti: x22 cm di teglia

Per il pan di spagna:

  • 200 gr di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 4 uova
  • ½ bustina di lievito per dolci
  • 1 goccio di essenza di vaniglia

Per la farcitura:

  • 400 gr di Philadelphia
  • 250 gr di mascarpone
  • 1 – 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 1 cucchiaio colmo di yogurt neutro dolce
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • Cocco a cubetti (o farina di cocco in alternativa)

Per la bagna:

  • Acqua
  • Succo di limone
  • Zucchero
  • Essenza di vaniglia

Per la decorazione:

  • 100 gr di Philadelphia
  • 50 gr di mascarpone
  • 1 cucchiaino di zucchero a velo
  • ½ cucchiaio di yogurt neutro dolce
  • 125 gr di mirtilli freschi
  • 100 gr di cioccolato fondente

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 30 – 40 minuti

Tempo di riposo: 3 – 4 ore (meglio ancora tutta la notte)

Preparazione:

Pan di spagna: Preriscaldare il forno a 180°. In una ciotola capiente, mescolare per almeno una decina di minuti con le fruste elettriche le uova intere, la vaniglia e lo zucchero. Unite a poco a poco la farina e poi il lievito, continuando a sbattere il tutto. Quando avrete ottenuto un composto ben sodo, pieno di bolle (le noterete perché “esplodono”), controllate che il composto sia ben denso e che scriva: ovvero, alzando le fruste e muovendole sulla superficie dell’impasto, questo letteralmente lasci delle righe.

torta mirtilli  (5) torta mirtilli  (6)

Versate in una teglia imburrata e infarinata di 22 cm di diametro e ponete in forno caldo a 180° per circa 30 – 40 minuti (fate la prova stecchino per controllare che il pan di spagna sia cotto), poi estraete dal forno e lasciate raffreddare per bene. Per evitare che si formi l’umidità all’interno della torta, girate la teglia su uno strofinaccio pulito e lasciate raffreddare in questa posizione fino a quando la torta non sarà fredda e potrete staccarla senza paura che si rovini. Fate attenzione: la torta dovrà essere ben fredda per tagliarla, altrimenti finirete solo per romperla!

Per la bagna: Unite tutti gli ingredienti in un bicchiere e mescolate. Tagliate la torta in tre parti e bagnate gli strati e poi passate a farcire.

Per la farcia: Lavorate il mascarpone, il Philadelphia, lo zucchero a velo e 1 cucchiaio di yogurt con una spatola, fino a quando non avrete ottenuto un composto ben sodo, ma comunque facilmente spalmabile. Farcite la prima con questa crema e mettete un po’ da parte per farcire l’ultimo strato. Sciogliete la cioccolata e unite 1 cucchiaio di yogurt per rendere più facile la spalmatura: farcite il secondo strato e poi ricoprite con i cubetti di cocco (o la farina di cocco). Ponete l’ultimo e ricoprite il tutto con la crema avanzata, anche lungo i bordi.

Per decorare: sciogliete il cioccolato a bagnomaria (o nel microonde). Tagliate della carta forno della larghezza della torta e stendete il cioccolato in modo da formare delle lunghe strisce sopra di questa e poi ponete in congelatore per un paio di minuti. Con delicatezza, staccate dalla carta e attaccate lungo i bordi della torta. Lavate accuratamente i mirtilli e decorate come più preferite la superficie: in questo caso ho creato dei fiorellini con la sac à poche, con una bocca a stella e messo un mirtillo per decorare ognuno di loro, dopodiché ho messo i mirtilli a creare dei triangolini. Infine, con la cioccolata avanzata e una sac à poche usa e getta ho creato le lettere e la decorazione a cuore. Mettete in frigo prima di servire!

-Ilaria-

SEGUITECI SU FACEBOOK!
SEGUITECI SU GOOGLE+!
SEGUITECI SU TWITTER!

Annunci

46 pensieri su “Torta ai mirtilli e cioccolato – benvenuta Camilla!

  1. Auguriii con te come zia, Camilla è davvero fortunata!! La torta sembra davvero deliziosa!
    Mi piace troppo il tuo cagnolino, si è messo in posa solo per l’occasione! Che dolce XD

  2. Augurissimi a te…è una bella sensazione e so cosa significa aver le nipotine lontane.
    Però, guarda qui che coccola che hai creato…per la gioia di tutti!
    E pure lui, in posa…vedi come se la tira…
    Un abbraccio forte :))

  3. Amore di Camilla e dolcissima sei tu, Macchia e’ bellissimo e curioso come il mio cagnolino, tanti baci cara, sei bravissima, la tua torta e’ una meraviglia, buona domenica, ❤

      1. ma poverino 😦 A proposito di cani, ieri ho trovato un cane per strada: pioveva a dirotto, era fradicio, per fortuna si è fatto avvicinae e così l’ho messo in macchina e siamo andati dal mio veterinario (eravamo dalle mie parti) che ha letto il micro cip ed il “padrone” è venuto a prenderlo ❤ Quando c'è il temporale, i cani perdono il lume della ragione, poverini ❤

        1. Spero sia davvero scappato e non “dimenticato” dal padrone… Noi ne abbiamo trovati tantissimi di cani “persi” dai padroni, l’ultimo di una lunga lista si chiama Venerdì (non per il libro, ma per il giorno, papà non è fantasioso)

                    1. Io lo sono perché un’amica veterinaria mi dice sempre che se hanno il chip solitamente sono cani di persone che ci tengono, perché se li abbandonano col chip sono begli euroni di multa 😛

  4. Non ci credo ma quanto è carino quel musetto, anche in posa si è messo….troppo dolce!
    Ammazza sta pargoletta è fortunata ad avere una zia così fantasiosa e paziente in cucina, la torta è meravigliosa (a dir poco) e hai sistemato tutti i mirtilli con cura altro che buttarli sopra a manate!
    Ottima idea che mi ha fatto venire una fame atroce 😵

      1. Evabbeh oh mica può non aver notato tutto l’impegno caspita! I mirtilli sono schierati tipo parata militare…..
        E poi alla fine, se è bella ma non buona resta lì come soprammobile, ma se non è proprio degna di un museo d’arte ma è buona, dopo un paio di fette nessuno nota i difetti 😉

Lascia un commento! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...