La rubrica di Antonietta: Pastiera Napoletana

La rubrica di Antonietta: Pastiera Napoletana

Bentornati a tutti!! La Pasqua si avvicina e quella che vi propongo oggi è la pastiera napoletana! In tre anni di università a Napoli devo dire di averla sempre trovata nei bar/pasticcerie soprattutto per la gioia di mia madre che, quando rientravo a casa, poteva assaporare in qualunque momento dell’anno questa dolcezza!
“Purtroppo” essendo felicemente prossima alla laurea, non ho più modo di frequentare Napoli così spesso e, alla mia domanda “che preparo per il blog?”, la mamma giustamente propone “la pastiera!”.

siIMG-20160320-WA0051
Eccomi qui ad accontentarla! (Chiedo in anticipo scusa a tutti i napoletani che non troveranno proprio fedele la ricetta da me sperimentata ma la mamma è rimasta contenta quindi direi: missione riuscita! )


Ingredienti per la frolla:
500 gr di farina
3 uova
200 gr di burro
180 gr di zucchero

Ingredienti per il ripieno:
330 gr di ricotta
330 gr di grano cotto
4 tuorli
aroma fiori d’arancio
buccia grattugiata di arancia/limone o canditi vari

Tempo di preparazione:
35 min

Tempo di cottura:
45 min+

Preparazione:
Iniziamo preparando la frolla! Unite tra loro il burro a pezzetti, lo zucchero le uova e la farina lavorando tutto velocemente per non riscaldare troppo l’impasto! Lavorate bene fino ad ottenere un composto omogeneo e via in frigo per una mezz’ora almeno!


Ora iniziate a preparare il ripieno. Lavorate insieme le uova con lo zucchero e aggiungere il grano cotto con la ricotta, lavorate l’impasto con una forchetta per rompere i pezzi di ricotta che potrebbero rimanere più grossolani. Aggiungete l’aroma di fiori d’arancio, io ne ho messi due tappini colmi! Questo perchè mi piace molto sentire quel bel profumo di fiori d’arancio che ritengo sia una delle più belle caratteristiche della pastiera!


Ad ogni modo, saprete regolarvi in base ai gusti personali così come in base ai vostri gusti dovrete prendere una scelta! Canditi o no?

La risposta (nel mio caso) è no! In famiglia non siamo amanti dei canditi quindi anziché arancia e limone candito ho deciso di usare la loro buccia grattugiata!
Con la frolla avanzata (ve ne resterà parecchia e alla fine vi spiegherò cosa ne ho fatto ihihi) create le caratteristiche strisce con cui decorare lo stampo farcito.
Ho usato uno stampo da 20 cm, mettete in forno preriscaldato e cuocete a 170° per 45 min.

 

Lasciate raffreddare bene e gustatevi questa bontà!

siIMG-20160320-WA0067

Come vi dicevo poco più su, facendo questa ricetta mi è avanzata un po’ di frolla che ho utilizzato per fare dei biscottini che ho integrato nella prossima ricetta!
Non perdetevi dunque lo speciale di settimana prossima per qualche simpatica idea su come accogliere i vostri amici per un caffè o (nel nostro caso) un tè delle 17.00! 🙂

 

Buona Pasqua a tutti! Alla prossima!

SEGUITECI SU FACEBOOK!
SEGUITECI SU GOOGLE+!
SEGUITECI SU TWITTER!

Annunci

31 pensieri su “La rubrica di Antonietta: Pastiera Napoletana

  1. La tua versione della pastiera napoletana è’ ottima e tiene fede alla ricetta originale, pensa che solo di recente ho scoperto che la frolla della ricetta originale veniva fatta con lo strutto al posto del burro, ma credo che ormai questa cosa sia in disuso! Anni fa lo strutto e la sugna sostituivano molto spesso olio e burro specialmente nella cultura del sud Italia !
    Comunque ottima 😀
    Io nemmeno quest’anno l’ho fatta non avevo il coraggio di inventarmi una pastiera senza lattosio con latte e ricotta di soia….!

  2. E’ uno dei miei dolci preferiti e anche di ello: quando la faccio la faccio nella teglia da 32 cm e, dopo essermi “saziata” la taglio a fette e le metto ad una ad una nel congelatore. Quando mi viene voglia la tiro fuori e dopo qualche ora è come appena fatta 🙂 Ciao mitica ❤

      1. Fallo perchè non perde nulla, a me l’aveva fatta assaggiare la prima volta una signora che viveva a Trieste, quando andava dai parenti a Napoli se ne portava su una bella scorta e la congelava: la fetta che mi aveva offerto era proprio decongelata e da allora “Pastiera sia”! Buona Pasqua dolce pasticcera ❤

  3. L’anno scorso mi ero fatta dare la ricetta dalla madre di un collega napoletano e avevo giurato che l’avrei fatta quest’anno. Ma visti i tempi a disposizione direi che la preparerò in un giorno qualunque! Buonissima la pastiera!

    1. Si dai! Pasqua o non pasqua, un bella fetta di pastiera fa piacere in qualunque giorno dell’anno! *_____________*

Lascia un commento! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...