Digressione

Teaser Tuesday #1

teaser-tuesdays

Sul blog Disequilibrio ho sempre notato questo fantastico giochetto. Più e più volte mi sono detta di partecipare, ma per una cosa o un’altra mi dimenticavo sempre. Questo mese no! Vi spiego le regole che facciamo prima!

-Ilaria-

Regole del teaser tuesdays:
  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso; 
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina (“Teaser”)
  • Vietato lo spoiler (rivelare finali, assassini etc..)
  • Riporta anche il titolo e l’autore così che gli altri lettori possano aggiungere il libro alla loro lista dei libri da leggere se sono rimasti colpiti dall’ estratto.

Sto leggendo due libri, in questo momento.

Anna Karenina, Lev Tolstoj

“Che bicipite! Un Sansone!”
“Suppongo che occorra molta forza per la caccia agli orsi,” disse Aleksej Aleksandrovic, che aveva sulla caccia le idee più nebulose, spalmando il formaggio su una fettina di pane sottile come una ragnatela.

Levin sorrise.

“Nessuna. Al contrario, un bambino potrebbe uccidere un orso,” disse, lasciando con un lieve inchino il posto alle signore che si avvicinavano con la padrona di casa alla tavola degli antipasti.

L’abito di piume, Banana Yoshimoto

Eravamo tutt’e due talmente stressati da non avere energie per quel tipo di cose. Cambiammo però il modo di chiamarci: io passai da Otake a Mitsuru, e lui a Hotaru. Ero felice di essermi fatta un nuovo amico.

Se volete apro a caso anche il libro che sto studiando sulle religioni dell’Asia Orientale XD

Annunci

62 pensieri su “Teaser Tuesday #1

  1. A me i classici russi appassionano da morire. Saranno pure mattoni, ma mi ci tuffo proprio dentro. 😀 Idem per i libri della Banana internazionale (quando scrive roba di sostanza però, eh!). Che bello che studi all’Orientale! Avrei voluto farlo anch’io, ma alla fine ho dovuto optare per La Sapienza perché i denari in casa non erano sufficienti per trasferirmi di sana pianta in un’altra città.

    1. Io ho letto il mio primo mattone russo abbastanza anni fa (Delitto e Castigo), poi ho avuto per anni paura di riprenderne un altro XD Della Yoshimoto mi credi che ne ho letti circa mmm 14 e di belli ne ha scritti manco la metà?XD
      Eh, bello è bello, però io mi esaurisco… Proprio ultimamente la prof è partita per Taipei invece che fare l’esame e mi hanno perso i moduli del tirocinio -.-

      1. Sì, con Banana Yoshimoto succede così. Ingannati dai libri che sono piaciuti, uno continua a comprare quelli appena pubblicati, ma si rimane poi spesso delusi. La stessa cosa mi è accaduta con Isabel Allende. A conti fatti, se si fermava a “La casa degli spiriti” (il primo 😀 ) avrebbe fatto un piacere a tutti…
        Quindi che lingue studi oltre al giapponese?
        In bocca al lupo con i moduli del tirocinio!

        1. La Allende è la mia scrittrice preferita, però penso che si perde quando cambia troppo argomento (quando parla del marito, gli ultimi libri proprio NO) XD
          Faccio come prima lingua cinese, come seconda giappo e come accompagnamento musicale inglese ahahahah

          1. Infatti! Anche “D’Amore e ombra” mi è piaciuto, mentre man mano che sfornava quelli successivi ha perso proprio di verve e originalità. Ogni scrittore è legato a dei topoi, per carità, ma bisogna pur variare per non ripetersi esageratamente. Al momento sto leggendo “Il quaderno di Maya”.
            Ah, che belle lingue! Io alla fine mi sono laureata in ispano-americano, ho fatto inglese come seconda e indecisa sulla terza, ho frequentato russo, portoghese e giapponese, ritrovandomi così le basi di tutte e tre. 😀

            1. Il quaderno mi Maya non mi è piaciuto molto, ma lo ha scritto assieme ai nipoti sui pericoli della droga, quindi diciamo che la perdono XD l’amante giapponese tipo l’ho sgamato dall’inizio alla fine! A me è piaciuto molto anche Paula, perché purtroppo ho vissuto una vicenda simile con un parente, quindi l’ho sentita molto vicina.
              Anche io volevo fare russo! E tedesco! E svedese! E un computer nel cervello!

  2. Ciao! Grazie per aver condiviso il Teaser e soprattutto gli spezzoni dei libri (bella scelta!) Forse però io uno stralcio del libro sulle religioni dell’Asia Orientale l’avrei messo… 🙂

            1. Però lui è simpatico XD la mia prof di giapponese (che tra l’altro la traduce anche lei perché é stata alunna di Amitrano), racconta che lui e la Yoshimoto vanno spesso insieme ad ubriacarsi nei bar e poi lei da quello che gli succede dopo scrive le storie!

                    1. Per non sbagliare acquisto ti consiglio la biblioteca. Se avessi comprato tutti i libri che ho letto in quasi 60 anni… Al tempo del cartaceo era facile.Guardavo sul cartoncino chi l’aveva letto prima di me e mi facevo un’idea. Adesso, fra informatizzazione e privacy è tutto più modernamente difficile!

                    2. Anche mio padre ha lo stesso problema: volevo regalargli il Kindle per il compleanno e non lo vuole, ma secondo me sarebbe stato un ottimo acquisto anche per la sua vista! Io – da brava giovincella – mi ci trovo benissimo 😀 qui una volta c’era la biblioteca, però ci andavo solo io e quindi è stata chiusa XD a Napoli vado spessissimo in quella della mia università, che è fornitissima anche di romanzi di autori stranieri in italiano 🙂

                    3. Infatti quelli li voglio comprare anche io! Sono molto curiosa di ascoltare qualcuno che mi legge un libro *-* passa anche tu alla tecnologia, puoi ingradire la scritta di un sacco!

                    4. Mio figlio me l’ha fatto provare, ma probabilmente sono ottusa. Se vuoi un assaggio di audiolibro ascolta alle 17 Radio3. Attualmente Manuela Mandracchia legge “Il buio oltre la siepe” ed è bravissima. Si possono scaricare in pod cast. Sono ovviamente classici, ma sono godibilissimi.

                    5. In queste cose siamo tutti diversi. Non so’ se ti piace tornare indietro, rileggere certe frasi, ripassare l’albero genealogico. Per me un attore che ti legge un libro è una cosa bellissima. Io amo leggere, ma questo è il massimo per me.

                    6. Purtroppo il mio era per il tempo >.< però mi piace un sacco leggere libri che sono ambientati nel passato, per un periodo ho letto solo classici greci e latini perché adoro immaginare come poteva essere la vita a quei tempi, sembra tutto così perfetto dalla lettura (non storica, ovviamente, altrimenti non va tutto molto bene XD)… Però sono curiosa! Da piccola ascoltare le storie era il mio momento preferito della giornata, forse ora lo sarà di nuovo 😀

Lascia un commento! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...